ENRICO BONSEMBIANTE

DRIVER

IL GIRO D’ITALIA DI ENRICO BONSEMBIANTE

Ciao a tutti,

Mi chiamo Enrico Bonsembiante e sono nato 38 anni fa a Valdobbiadene. Il ciclismo è sempre stata la mia vita e fortunatamente sono riuscito a rimanere in questo mondo anche smessi i panni di corridore.

Da piccolo ho iniziato a pedalare in bicicletta tra le colline del prosecco del mio territorio. Crescendo, ho gareggiato in tutte le categorie giovanili, fino ad arrivare ai Dilettanti con le formazioni della Spercenigo e della Marchiol-Site. A 24 anni mi sono trovato davanti a un bivio: abbandonare il mondo del ciclismo e ritagliarmi questo hobby solo nel weekend con gli amici o provare a investire su me stesso per costruirmi una carriera diversa, che mi permettesse di continuare a vivere questa passione, anche se con ruoli diversi.

Da li ho iniziato a lavorare come promoter per importanti brand del mondo del ciclismo e ho cominciato a seguire, come dirigente, alcune squadre giovanili del mio territorio. In questi anni ho avuto la fortuna di conoscere tanti ragazzi, ai quali sono legato da un profondo affetto. Alcuni di loro poi sono diventati corridori professionisti, come ad esempio Matteo Trentin, conosciuto ai tempi del Team Brilla. Già in quegli anni si vedeva che aveva la stoffa per sfondare in questo mondo e le prestigiose vittorie ottenute con la maglia della Quick-Step Floors ne sono la dimostrazione.

Nel 2012 poi, sono riuscito a ottenere l’attestato dall’UCI (Unione Ciclistica Internazionale) che mi permette di guidare le autovetture della giuria che seguono in gara i corridori. Da 6 anni infatti sono il pilota di Raffaele Babini, Direttore di Gara di tutte le corse organizzate da RCS Sport, tra le quali Giro d’Italia, Abu Dhabi, Dubai Tour, Strade Bianche, Tirreno-Adriatico, Milano-Sanremo, Milano-Torino, Giro del Piemonte e Il Lombardia.

Domenica scopriremo chi sarà il vincitore di questo Giro d’Italia. Per quanto mi riguarda è stata un’edizione fantastica, con la storica partenza da Israele e con le tante emozioni che campioni del calibro di Yates, Dumoulin e Froome hanno saputo regalarci. Dopo quasi 3 settimane di corsa, anche per noi la fatica inizia a farsi sentire. Guidare in mezzo ai corridori non è per niente facile e durante le ore di gara la concentrazione deve sempre essere massima.

Per noi il Giro d’Italia non si chiuderà però domenica, ma lunedì a Montebelluna con la seconda edizione del Cycling Stars Criterium, dove i Campioni reduci dalla corsa rosa, ma non solo, si sfideranno in un circuito cittadino.

Vi aspetto tutti a Montebelluna, il divertimento è assicurato!