Helene Fruhwirth

ENDURO MTB

TUTTO QUELLO CHE MI SERVE PER ESSERE FELICE SONO UNA BICICLETTA E IL MIO CANE

Cosa conta davvero nella vita? Essere in buona salute, circondati dalle persone che ami e avere la possibilità di fare le cose che ci rendono felici, tutto qui.

Sono fortunata, e sono molto grata di avere tutto. Sono sopravvissuta a un tumore al cervello. Ho una famiglia meravigliosa e un cane. Ho ottenuto quello che volevo dal mio sport e posso andare in bicicletta quando voglio e dove voglio. Suona sentimentale ma le nostre decisioni sono solo nostre, quindi assicurati che ti facciano battere il cuore nel modo giusto.

Tutto ebbe inizio con il mio primo cane Apollo, un Flat Coated Retriever, quando avevo circa 12 anni, e la mia passeggiata giornaliera passava da un circuito di Dual Slalom Mountain Bike. Guardavo sempre i ciclisti e un giorno, quando finalmente ricevetti il mio primo Hardtail Mountain bike, lo provai anch’io. Ebbene sì, quello fu in sostanza l’inizio della mia carriera professionale in mountain bike e da allora non sono più scesa dalla sella.

Poi dopo quattro anni il mio cane è morto a causa di un tumore. Finii la scuola e cominciai a correre e girare il mondo il più possibile. Ho avuto gli anni migliori della mia carriera in MTB e ho esplorato tutto il mondo. Poi, dopo 18 anni di corse pensavo che volessi un cane di nuovo, ma come potevo fare visto che viaggiavo così tanto? Sapete una cosa? Quando un desiderio è cosi forte, troverete sempre il modo per esaudirlo.

Quindi, eccolo qui: Merlin, il Silver Labrador Retriever. Mai sentito del Silver Labrador prima? Nemmeno io, però non appena ne ho visto uno, me ne sono innamorata. Lui è il più amichevole, il più coraggioso, il più estroverso, il più bel cane da azione mai visto. Non posso dirvi quanto sono felice di averlo.

L’abbiamo addestrato bene dal primo momento, poi abbiamo comprato un grande furgone che ci consente di portarlo ovunque senza problemi. Quando esco con la mia bicicletta da Enduro, lui viene con me e quando facciamo discese lo lasciamo sotto la macchina. Lui rimane lì all’ombra e dorme. Cosa c’è di più pratico? Una volta ci siamo dimenticati di mettergli il guinzaglio ma lui è rimasto lì. E non gli importa se deve aspettare 1 minuto o 1 ora, è sempre felicissimo quando torniamo.

L’unica cosa che non gli piace tanto è quando corro con la mia bicicletta in gara e passo davanti a lui e al il mio fidanzato (che fa le foto). Merlin non può partire di scatto e seguirmi, e la cosa non li piace per niente. Lui riesce a individuare il suono della mia Novatec Hub tra tutte le altre bici e molto prima che il mio fidanzato mi veda, si mette a fare il pazzerello.

Devo lavorare con lui perché rimanga più calmo. Quest’estate l’abbiamo portato con noi in un viaggio in macchina per l’Europa. Ci siamo fermati ai due grandi eventi di Crankworx in Les Gets e Innsbruck, dove ho partecipato alle gare di DH, Pumptrack e Dual Slalom.

Certamente, a volte le gare sono stressanti e ci sono tratti del percorso che m’intimidiscono e mi fanno paura. Però quando torno da un allenamento che non è andato come volevo, io so che Merlin mi aspetta sotto la macchina, e a lui non importa se sono la migliore o l’ultima; per lui io sono sempre la numero uno.

Sono molto contenta con i prodotti di Selle San Marco.

Io uso la DIRTY Carbon FX Narrow e adoro questa sella.

L’ho installata sulla mia bicicletta da enduro e poiché mi piacciono le selle strette, è semplicemente perfetta. Di solito mi rimangono dei lividi sulle cosce interne quando prendo dei colpi dalla sella, ma con questa modello, tutto non avviene. Preferisco quella con la struttura in carbonio, così non ho troppo peso da portarmi dietro nelle salite.

Quando rifletto sulla mia carriera di corse, sono molto fiera del mio 13° posto nel DH World Champs, le 2 volte che ho vinto il titolo assoluto del Pro Tour, tante vittorie nel Pro Tour, il mio secondo posto nel Crankworx in Dual e ovviamente la mia medaglia di bronzo nei Mondiali.

Il mio obiettivo più grande è sempre stato quello di vincere i Mondiali o almeno di ottenere una medaglia. E, dopo 20 anni di corse, in agosto 2017 ho realizzato il mio sogno ai Mondiali in Val di Sole (3° posto). Ora posso concludere il mio capitolo come corridore nel 4X. Mi potrete vedere da qualche parte in una gara 4X, ma non prenderò più parte a tutta la serie. Tornerò alle mie radici e correrò ancora in DH.

Un saluto,
Helene